Nutrizione

Come vivere le feste natalizie in serenità

Le feste nataTIPSnatale1lizie rappresentano un’ occasione per riunirsi tutti e dimostrarsi il reciproco affetto. Molti vivono questo periodo come un dramma, perché temono di esagerare e di vanificare tutto il lavoro effettuato durante il percorso nutrizionale. A parer mio, invece, le feste natalizie- i giorni festivi e non tutto il periodo natalizio– devono essere vissute con estrema serenità, non rinunciando alla convivialità e al piacere di stare in famiglia. Il fattore emotivo è cruciale e di fondamentale importanza nel corso di una dieta, quindi meglio non stressarsi, bensì ricaricarsi per il nuovo anno, ricco di tanti nuovi obiettivi.  Bastano semplici piccoli consigli da seguire per godersi il natale, con le sue tradizioni culinarie, senza però strafare e buttare all’aria quanto di guadagnato. Quindi alle mie pazienti di solito chiedo solo un unico obiettivo per gennaio: seguire i miei consigli natalizi ed evitare di mettere su chili.

Ecco a voi una serie di piccole strategie per affrontare al meglio questo bellissimo periodo dell’anno:

  • Evitare di mangiare dolci, dolcetti, avanzi dal 24 al 1 gennaio. Questo è il consiglio più funzionale che si possa dare!
  • non evitare di consumare la colazione per combattere la pesantezza della cena precedente, ma ovviamente non scegliere alimenti e abbinamenti calorici o ricchi di grassi o zuccheri.
  • limitare i condimenti;
  • non fare digiuni;
  • nei giorni festivi assaggiare un po’ di tutto senza consumare porzioni eccessive;
  • non fare il bis della portata già consumata.
  • al pranzo della vigilia di Natale e del 31 dicembre si potrebbe optare per una bella insalatona mista.
  • per tradizione consumiamo frutta oleosa a guscio e frutta essiccata a fine pasto; Non evitiamola ma preferiamola in un altro momento della giornata: consumarla non dopo i pasti principali ma come spuntino spezza-fame.
  • consumare durante il pranzo o il cenone delle feste un abbondante porzione di insalata o di verdura cruda, che aiuta a drenare.
  • evitare il pane se si è mangiato qualche antipasto ed il primo piatto;
  • se ci sembra di aver veramente esagerato a pranzo è possibile terminare la giornata con una cena leggera a base di vegetali bolliti, o un mix di verdure crude colorate , ricche di diversi tipi di anti-ossidanti o di frutta, evitando pane e pasta oppure si può scegliere per una bella tisana a base di finocchio, che ci aiuta anche a digerire;
  • Non si può dire di NO al panettone e al pandoro; quindi cosa fare? scegliamoli di qualità– meglio un solo panettone di ottima produzione che tanti di scadente qualità- ed evitiamo di mangiarli dopo i già abbondanti cenoni e pranzi natalizi; possiamo mangiarne una fetta a colazione con una bella tisana o infuso, in uno dei giorni festivi.
  • evitare di sgranocchiare dolciumi vari fuori pasto.
  • l’assunzione di alcolici deve sempre e comunque essere moderata.
  • accompagnare i classici fritti a fette di limone o aceto: entrambi “alleggeriscono” il contenuto di grassi nei cibi
  • durante l’arco della giornata bere tanta acqua, è un vero e proprio alimento essenziale per la vita;
  • compiere quotidianamente un po’ di movimento, come ad esempio fare delle camminate di circa un’ora a buon passo.

 

E ricordiamoci che….

“Non si ingrassa da Natale a Capodanno, ma da Capodanno al Natale successivo!”

                                                                               Dott.ssa Arianna Izzo 

holidays-212800_960_720

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *