Nutrizione

Scopriamo insieme cos’è la PCOS- sindrome dell’ovaio policistico

Eccomi qui con il primo articolo dopo tanto tempo. E vi parlerò della PCOS.                                              La PCOS, ovvero sindrome dell’ovaio policistico, rappresenta il principale disordine ormonale femminile. Infatti colpisce dal 5 al 10% delle donne in età fertile e costituisce una delle 3 principali cause di infertilità. La PCOS è sempre più diffusa e spesso non viene trattata con la giusta serietà oppure non viene diagnosticata per quello che è e il tutto si riduce alla prescrizione di pillola anticoncezionale, per la regolarizzazione del ciclo mestruale. Questo perché le caratteristiche principali di tale sindrome sono:

  • assenza di ciclo mestruale (amenorrea) o cicli ballerini (oligomenorrea, ogni 2-3 mesi)
  • presenza di cisti ovariche su entrambe o una delle due ovaie
  • segni clinici e biochimici di eccesso di androgeni (ormoni sessuali maschili), situazione definita iperandrogenismo e che si manifesta con acne, alopecia, irsutismo e grasso addominale piuttosto che quello tipico ginoide- ossia posizionato su glutei e fianchi.

Per essere diagnosticata in quanto tale, la donna deve presentare almeno due di questi criteri.                    La PCOS è una sindrome caratterizzata da tre tipi di squilibrio:

  1. riproduttivo ——>assenza di ciclo, ciclo irregolare, ciclo anovulatorio, infertilità o aborti spontanei
  2. metabolico ——> la donna è spesso in sovrappeso o obesa e soprattutto ha difficoltà nel perdere peso. Anche qualora fosse normopeso, la donna affetta da PCOS può essere comunque caratterizzata da insulino-resistenza, un fattore di rischio molto diffuso in tali casi.
  3. ormonale   —–> iperandrogenismo (quindi presenza di acne, alopecia e/o  irsutismo

Le statistiche?

 

  • 6 donne su 10 con PCOS presentano obesità.
  • 7 su 10 insulino-resistenza.

Perché l’alimentazione risulta fondamentale nel migliorare la sintomatologia di tale sindrome?Perchè, come avete potuto immaginare dalle righe precedenti, un importante fattore scatenante, concatenante e perpetuante di tale sindrome è la presenza di un eccesso di insulina- iperinsulinemia– con successiva e derivante insulino-resistenza. Cosa significa ciò? Il nostro corpo produce tanta insulina, poiché le nostre cellule iniziano a non essere più responsive ad essa. E ciò cosa causa? Al di là di tutti gli squilibri ormonali e riproduttivi che vi ho già descritto, è una delle principali cause di rallentamento o blocca della perdita di peso in donne sovrappeso o obese con PCOS. Ed ecco che entra in gioco una dieta specifica, mirata e funzionale, avente lo scopo di agire sull’iperinsulinemia ed insulino-resistenza e consentire nel tempo, insieme a giuste integrazioni e/o cure farmacologiche, una regolarizzazione del ciclo mestruale, dell’ovulazione, del dolore e dell’abbondanza del ciclo stesso, dei sintomi fisici come acne e via discorrendo, nonché, consentire il ripristino di un regolare percorso di dimagrimento.

Nel prossimo articolo vi parlerò della dieta e delle linee guida principali di quest’ultima in caso di PCOS e cercherò di approfondire sempre di più gli aspetti e le sfaccettatture di questa particolare sindrome femminile. Stay tuned!

Dott.ssa Arianna Izzo 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2 thoughts on “Scopriamo insieme cos’è la PCOS- sindrome dell’ovaio policistico

  1. Grazie Arianna! aspetto di leggere i tuoi consigli su una dieta tutta per noi affette da pcos!
    Nella mia città non riesco a trovare nessuno specializzato in questo e non so davvero a chi chiedere aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *